Terme Libere

TERME LIBERE

Acquasanta Terme e le sorgenti termali libere di acqua sulfurea

 

Reperti storici e testimonianze letterarie raccontano come da secoli Acquasanta Terme sia nota per la qualità delle sue acque termali. Già conosciuta in epoca romana, Ad Aquas, per gli effetti curativi delle sue acque, tanto che il Console Munazio Planco in epoca Augustea curò proprio qui i suoi mali.

 

L’acqua e i suoi culti, in tutte le epoche e culture ha avuto l’universale significato di purificazione, di benessere, di vita. I Templi greci venivano, se possibile, costruiti dove c’era una sorgente d’acqua termale, così come i monasteri medievali, sempre vicini a sorgenti. I romani sono stati i precursori degli attuali impianti, anche in assenza di fonti termali, diventando luoghi di socialità. Con la classica separazione tra Frigidarium, la stanza in cui i visitatori venivano accolti, Tepidarium e Calidarium le stanze riscaldate in cui godere dell’acqua calda, ove possibile termale. Considerata pratica poco in linea con i dettami del cristianesimo, il termalismo torna in auge nel periodo rinascimentale, ma una vera diffusione in Italia si ha nel XX secolo, grazie ad una maggiore consapevolezza dei benefici, diventando una pratica per tutte le fasce economiche e sociali.

 

Oggi vorrei porre l’attenzione sull’aspetto ludico, salutistico preventivo e di socialità dell’acqua sufurea locale, attraverso la riscoperta delle sorgenti naturali libere di Acquasanta Terme, in particolare la fonte termale nella località Santa Maria, Il Pozzetto. La polla principale sgorga a 36° C nella suggestiva Grotta di Acquasanta Terme nelle vicinanza dello stabilimento termale, satura di vapori salutari, raggiunge una temperatura ambiente di 35° C; al momento chiusa al pubblico. Al Pozzetto la temperatura dell’acqua sorgiva è della tipologia ipotermale, dato che si avvicina ai 30° C e contiene le stesse virtù della sorgente principale. Le numerose sorgenti presenti sono concentrate in pochi metri quadri e regalano anche fanghi, depositati lungo il percorso dell’acqua. Chi non conosce questo luogo non può lontanamente immaginare la sensazione di immergersi in quest’acqua termale, sulla sabbia della riva del fiume Tronto, circondati dai colori delle stagioni. Luogo per trascorrere al meglio una parentesi di vita, l’unico rumore di fondo è lo scorrere delle acque, ideale per ritrovare il connubio tra corpo e spirito e farsi massaggiare dall’idromassaggio naturale dell’acqua termale calda.

 

Oggi le terme rappresentano la scelta di un pubblico sempre più ampio e per questo motivo che le strutture termali o i centri benessere sono sempre più diffusi, curano ogni dettaglio e riescono ad associare alle proprietà curative delle acque i trattamenti specialistici e a promuovere turisticamente la località.

Il termalismo libero, al pari di quello strutturato, è in grado di ristorare il corpo e la mente senza avere controindicazioni, immergendosi in modo rispettoso in luoghi incantati, in contesti naturali irriproducibili. È sviluppo sostenibile e può rappresentare una nicchia turistica per la crescita socio economica del territorio nonchè risposta al moderno contesto sociale del benessere, accessibile come un tempo a chiunque.

 

Sorgente Sulfurea
Sorgente Sulfurea
 il Pozzetto
strada località il Pozzetto
 il Pozzetto
Strada località il Pozzetto
 il Pozzetto
Strada località il Pozzetto
 il Pozzetto
Il Pozzetto

Scrivi commento

Commenti: 12
  • #1

    Giandomenco D'AFFUSO (lunedì, 30 ottobre 2017 22:39)

    Salve, siamo degli amici e vorrremmo trascorrere la giornata del 31 alle terme...c'è ancora possibilità? sono aperte a tutti? come clima me lo consilgia? grazie per le info

    cordialmente
    Giandomenico D'Affuso

  • #2

    Alto Tronto (martedì, 31 ottobre 2017 08:04)

    Buongiorno e grazie dell'attenzione. In questo periodo la Stazione Termale di Acquasanta Terme è chiusa per i danni subiti dall'ultimo sisma. La ristrutturazione sembra imminente, quindi penso ad una probabile riapertura per la tarda primavera 2018.
    Ci contatti di nuovo per avere aggiornamenti.

  • #3

    Giorgia (venerdì, 15 giugno 2018 21:10)

    Salve, volevo sapere se le terme libere di acquasanta sono ritornate accessibili dopo il sisma.

  • #4

    Alto Tronto (sabato, 16 giugno 2018 09:13)

    Salve, ad Acquasanta sono presenti delle pozze d’acqua sulfurea in due località, Acquasanta Terme e Santa Maria. Nella prima sono a ridosso della Stazione Termale in questo momento in ristrutturazione, di conseguenza l’accesso non potrà esservi consentito fino a fine lavori, presumibilmente dopo metà del prossimo luglio. Nella seconda località sono sempre a ridosso del fiume Tronto ma l’accesso è più impervio. Bisognerà discendere una scarpata attrezzata e qui sono sempre accessibili. Di solito le pozze sono ripristinare ogni anno dagli abitanti locali per proprio uso perché il fiume le ricopre con i propri detriti. Visto l’andamento stagionale non credo che nessuno abbia provveduto a questo fino ad ora. Il luogo vale sempre là pena di essere visitato perché l’acqua sgorga in modo naturale da più punti ed possibile comunque la sua fruizione. Se vorrà mi contatti di nuovo e l’accompagnerò nel sito.

  • #5

    Marco Rapino (venerdì, 22 giugno 2018 16:19)

    Salve, in questo momento sono al monastero di Valledacqua. Potrebbe indicarmi come raggiungere le terme di Santa Maria?
    Grazie

  • #6

    Alto Tronto (venerdì, 22 giugno 2018 18:49)

    Salve, allo svincolo per Paggese, l’itinerario che l’ha portata al Monastero, lei vada a destra e continui dritto per Santa Maria,. A circa un chilometro troverà il Bar del paese, giri a destra in direzione della piazza, continui dritto fino alla fine della strada, circa trecento metri, li potrà lasciare l’auto e continuare a piedi verso l’alveo del fiume.

  • #7

    Lori Minozzi (domenica, 22 luglio 2018 01:28)

    Vorrei sapere se le terme libere che sono ad Acquasanta Terme sono accessibili . Grazie!

  • #8

    Alto Tronto (domenica, 22 luglio 2018 11:04)

    Buongiorno, l'acqua termale della località il Pozzetto è liberamente accessibile a tutti. L'unica accortezza è che la stradina per accedervi non è molto comoda, sopratutto nell'ultimo tratto. Troverà delle corde come corrimano che le permetteranno l'acesso.

  • #9

    Mirta Leva (lunedì, 23 luglio 2018 07:59)

    Gentilissimo,
    conosco Acquasanta fin da bambina quando, agli inizi degli anni settanta, ci recavamo con tutta la famiglia a fare il bagno nell’ antica piscina la cui sola consolazione al doverne uscire erano le dolci, premurose e candide infermiere che ci attendevano sul bordo , accogliendoci in altrettanto candidi e caldi asciugamani.
    Ci accompagnavano poi nelle cabine-spogliatoio, intimi rifugi, iniziazione e insieme passaggio necessario tra la nebulosa affascinante e rarefatta magia e il ritorno verso la realtà. Ma da quei vapori, dall'odore, i colori e l'avvolgente calore , non avrei voluto mai distaccarmi.
    Trascorrevamo poi il pomeriggio presso una montagna meravigliosa,non tanto distante, che purtroppo non sono più riuscita a ritrovare, sui cui grandi lastroni levigati si poteva tanto correre quanto stendersi a prendere il sole, in prossimità dei quali, sulla superficie di verdissime pozze d’acqua , danzavano magici insetti e nel cui fondo si potevano scorgere le ombre di chi le abitava.
    Sono convinta che raramente accada nella vita di sentire così intensamente un’esperienza tanto reale quanto vicina al sogno.
    È un luogo che da sempre porto nel cuore e che come tale ho votato…
    Anni fa volli farlo conoscere a mio marito e condividere con lui quell’ incantesimo che così fortemente appartiene ai miei ricordi e può ben immaginare l’amarezza provata di fronte alla completa decadenza , all’abbandono e al depauperamento sotto ogni sua forma.
    Scoprimmo però l’ingresso all’“l’altra grotta”, (proprio quella su cui, dalla strada, mi affacciavo da bambina, immaginando di sentire, nel melodioso frastuono della cascata, lontani e inquietanti bisbigli), e la piscina libera, a cui si poteva accedere non senza qualche brivido d’avventura che valeva tutta la pena..Così, periodicamente (viviamo in Abruzzo) siamo tornati , a volte attraverso la Laga, un percorso che fa sentire più forte l’abbraccio che disgiunge e unisce le due amate regioni.
    Identico il sentire e soffrire per i terremoti che hanno colpito entrambe.
    So che la piscina, la grotta e l’antica struttura saranno finalmente recuperate ed ho visto anche qualche progetto che, certo, deve lasciare il suo segno di modernità, ma che in ogni caso restituirà fascino e bellezza e generosità.
    Vorremmo perciò tornare a breve e sincerarci che la piscina aperta sia di nuovo accessibile.
    Leggendo il suo blog ho appreso di un’altra pozza sul Tronto dove mi piacerebbe andare e approfitto della sua cortesia e disponibilità per chiederle se mi può fornire indicazioni su come raggiungerla.
    Grazie per aver letto fin qui e un cordiale saluto
    Mirta Leva

  • #10

    Alto Tronto (lunedì, 23 luglio 2018 11:39)

    Salve e grazie di aver condiviso con noi i suoi ricordi e le sue sensazioni.
    La località il Pozzetto si trova a Santa Maria, bisognerà però raggiungere il fiume Tronto sotto il paese. Può utilizzare la mappa di Google visibile sopra è la condurrà sul posto, un poco impervio il percorso. Se ha bisogno, quando è sul posto, può contattarmi e sarò felice di darle ulteriori informazioni.
    A presto.

  • #11

    Andrea (sabato, 28 luglio 2018 00:14)

    Salve, oggi vorremmo farci un bagno alle terme di Acquasanta, la principale è ancora chiusa per lavori? Grazie 1000

  • #12

    Alto Tronto (sabato, 28 luglio 2018 11:56)

    Buongiorno, la Stazione termale è stata riaperta al pubblico lo scorso 19 luglio 2018....